Tecarterapia

La Tecarterapia è una tecnica strumentale che sfrutta impulsi elettromagnetici per biostimolare dall’interno i tessuti corporei lesi, velocizzando così i naturali processi di riparazione che il corpo mette in atto al momento del danno.

L’idea di trasferire energia ai tessuti infortunati è comune a molte terapie, ma tutte queste somministrano energia proveniente dall’esterno. La Tecarterapia, invece, agisce diversamente: dall’interno. Questa caratteristica permette di trattare efficacemente anche i tessuti profondi.

Durante il trattamento, la continua variazione di polarizzazione determina un movimento di cariche all’interno del corpo: questo provoca un aumento di temperatura interno, il quale attiva un processo di regolazione termica che impiega come catalizzatore il flusso sanguigno. Proprio l’apporto di sangue nell’area interessata dal trattamento assicura alle cellule un maggior quantitativo di ossigeno e sostanze nutritive, contribuendo in tal modo al processo di autoriparazione cellulare. Inoltre, la Tecarterapia facilita il riassorbimento di ematomi grazie ad un effetto drenante sui liquidi stagnanti. Infine, l’aumento della temperatura corporea porta effetti rilassanti benefici sulla muscolatura.

Queste azioni vengono espletate secondo due modalità di funzionamento, quella capacitiva e quella resistiva: la modalità capacitiva agisce sui tessuti e sulle strutture maggiormente idratate come i muscoli, i vasi sanguigni e i vasi linfatici; la modalità resistiva agisce su tessuti e strutture con alta densità connettivale (capsule articolari, cartilagini, cordoni fibrotici, legamenti, ossa e tendini).

Prenota una visita

La Tecarterapia è stata applicata inizialmente in ambito sportivo.
Le esperienze positive e gli ottimi risultati conseguiti hanno poi fatto sì che la Tecar si estendesse in diversi altri ambiti.

In Clinica Motus, una seduta di Tecarterapia ha una durata media di circa mezz’ora.

Le indicazioni alla Tecarterapia sono numerose: borsiti, tendinopatie, capsuliti, cervicalgia e cervicobrachialgia, lombosciatalgia, sindrome della cuffia dei rotatori, epicondilite, sindrome del tunnel carpale, pubalgia, cisti di Baker, condropatia rotulea, tallodinia, metatarsalgia, fascite plantare, lesioni muscolari e contratture.

La Tecarterapia è controindicata nel caso di: pazienti portatori di pacemaker, donne in stato di gravidanza o allattamento, neoplasie maligne, disturbi ematologici e problemi vascolari. La presenza di protesi metalliche all’anca, al ginocchio o alla spalla non costituisce impedimento all’esecuzione delle sedute.

Clinica Motus dispone di due macchinari Tecar di ultima generazione, uno dei quali è portatile e può essere trasportato a casa dei pazienti per eseguire sedute domiciliari.

TERAPIA STRUMENTALE


Altri servizi di Fisioterapia

© 2019 - Clinica Motus

P.IVA – 11654180014