Fisioterapia Ecoguidata a Torino

La fisioterapia ecoguidata è un’innovativa ed eccezionale metodica di valutazione e trattamento di persone con dolore acuto e cronico. Nonostante il fisioterapista non possa fare una diagnosi medica, la capacità di utilizzare questo utile e sicuro strumento permette di valutare:
  1. la capacità di attivazione muscolare dei muscoli profondi, fondamentali per mantenere una buona postura e ridurre il dolore cronico;
  2. la funzionalità tendinea, fondamentale per impostare un corretto iter riabilitativo in caso di tendiniti
  3. la capacità di scorrimento del tessuto nervoso periferico, utile per scegliere le tecniche migliori in caso di dolore neuropatico;
  4. individuare in fase acuta post traumatica eventuali lesioni muscolari-ossee da rimandare ad una valutazione medica approfondita;
  5. valutare la qualità e la capacità di contrazione muscolare, in movimenti attivi, in seguito a strappi, stiramenti e traumi muscolari , permettendo di monitorare il muscolo durante gli esercizi.

Durante le sedute il paziente sarà parte integrante e attiva, in quanto potrà monitorare il movimento e/o la contrazione attraverso un televisore da 50 pollici appositamente predisposto per il trattamento.

In caso, ad esempio, di Lombalgia cronica i muscoli profondi come il trasverso dell’addome, l’obliquo interno e il multifido non sono più in grado di svolgere la loro funzione di muscoli posturali, contribuendo in modo decisivo al permanere del dolore. Attraverso l’utilizzo dello strumento ecografico possiamo vedere la loro attivazione in tutte le fasi, permettendo anche al paziente di vedere la loro contrazione. Questo ci permette di raggiungere due importanti obiettivi:

  • Controllare la loro attivazione reale in ogni posizione o movimento sia come qualità di contrazione che come durata;
  • Migliorare l’efficacia del trattamento attraverso la possibilità di far vedere al paziente le immagini della loro attivazione, in quanto attraverso il sistema visivo si aumenta la capacità di apprendimento.

L’elastosonografia serve a studiare il grado di elasticità dei tessuti. La gamma di colori che va tra il giallo rosso indica tessuti molto elastici, la gamma di colori che va dal verde blu indica tessuti poco elastici. Per cui ad esempio è fondamentale valutare la capacità di un tendine di rimanere in tensione e quindi di avere un colore tendente al verde/.blu.

È possibile valutare sia lo stato del tendine a livello macroscopico che il suo stato di tensione attraverso l’elastosonografia. Questo ci permette di inquadrare, dal punto di vista Fisioterapico, in maniera eccellente tutti i problemi legati a tendiniti (diagnosticata dall’ecografista) e di sviluppare programmi di rieducazione ad hoc. La terapia prevede la riduzione dello stato infiammatorio attraverso l’utilizzo di un approccio integrato (farmaci, ghiaccio, laserterapia, tecarterapia eventuale, taping….ecc) e successivamente la ripresa della funzionalità tendinea attraverso esercizi a carico crescente e con contrazioni di tipo differente (isometrica, concentrica, eccentrica) a seconda del caso.

Altri servizi di Fisioterapia

© 2019 - Clinica Motus

P.IVA – 11654180014