Terapia Onde d’urto

una terapia non invasiva che cura ossa e muscoli

Le onde d’urto rappresentano una valida terapia, non invasiva, per alcune patologie dell’apparato muscolo-scheletrico. Possono dunque essere usate per curare disfunzioni dei tendini, dell’osso e dei muscoli, in particolare tendinopatie e calcificazioni ossee. Ma capiamo meglio cosa sono e cosa si intende quando si parla di onde d’urto. 

Prenota ora una visita

 

Cosa c’è da sapere prima di iniziare  

Le onde d’urto non sono invasive e non presentano rischio di radiazioni perché si tratta di onde acustiche e quindi di un processo di natura meccanica. 

Tra i loro vantaggi c’è quello di attenuare velocemente il dolore, quindi influiscono nel ridurre il numero di farmaci somministrati. In alcuni casi possono addirittura permettere di evitare un intervento chirurgico. 

Quando ricorrere alla terapia con onde d’urto focali

La terapia con onde d’urto è indicata soprattutto nelle tendinopatie inserzionali croniche, caratterizzate da una scarsa vascolarizzazione della giunzione osteotendinea. 

In generale si può ricorrere alle onde d’urto per curare: 

  • tendinopatia dell’achilleo 
  • fascite plantare e sperone calcaneare;
  • tendinopatia calcifica achillea;
  • tendinopatia calcifica della spalla;
  • pubalgia;
  • epicondilite (o gomito del tennista) epitrocleite (o gomito del golfista);
  • tendinopatia del rotuleo;
  • ritardo di consolidazione ossea.

Grazie alla possibilità di eseguire trattamenti a bassa, media ed alta energia, lo strumento utilizzato nella nostra clinica garantisce la massima personalizzazione della terapia. Infatti è possibile lavorare con alte energie sull’osso, sulle patologie legate ai processi fratturativi e sulle pseudoartrosi. Mentre le basse energie sono particolarmente indicate nei processi infiammatori e nelle tendinopatie inserzionali.

 I benefici sono molti: stimolano la rigenerazione di tendini e del tessuto osseo e riescono a dare un veloce sollievo dal dolore. Questo significa poter tornare a svolgere le normali attività in tranquillità: da una semplice passeggiata fino ad attività sportive. 

Onde d’urto: sono dolorose? 

 Bisogna precisare che esistono due tipologie di onde d’urto:

      le onde d’urto focali extracorporee, applicate con puntamento ecografico, concentrano l’energia direttamente sull’area patologica da trattare. Di solito interessano un punto specifico in profondità e possono essere regolate nell’intensità; 

       le onde radiali (o balistiche), generate con un meccanismo di tipo “pneumatico”, interessano una zona più ampia e meno precisa pertanto l’energia, non può essere concentrata alla profondità desiderata durante il trattamento, e si disperde attraverso la cute.

 

Il trattamento se eseguito correttamente e con le giuste attrezzature viene ben tollerato dal corpo. 

Puoi fare la terapia con le onde d’urto focali eco-guidate nella nostra clinica. 

Se vuoi sapere tempi e costi contattaci. 

Siamo qui per te. 

Prenota ora una visita

© 2019 - Clinica Motus

P.IVA – 11654180014