Ecodoppler TSA Torino

Esame Ecodoppler dei tronchi sovraortici a Torino

L’Ecodoppler TSA (Ecodoppler dei tronchi sovraortici) è un esame sicuro e non invasivo che utilizza gli ultrasuoni per analizzare i distretti arterioso e venoso del collo deputati alla vascolarizzazione dell’encefalo.
L’esame viene effettuato a paziente in decubito supino con capo lievemente iperesteso e ruotato verso il lato opposto a quello esaminato. Si utilizza una sonda ecografica che si pone sulla cute del collo tramite un minimo strato di gel. L’esame non comporta alcun disturbo per il paziente e non richiede una preparazione preliminare. In questo modo è possibile esaminare il decorso extra-cranico dei vasi arteriosi quali la carotide comune con la sua biforcazione da cui prendono origine la carotide interna ed esterna e il distretto succlavio-vertebrale.

L’ecodoppler TSA consente uno studio anatomico e funzionale del circolo arterioso. Dalla valutazione morfologica si ottengono informazioni sul decorso e sulla struttura della parete del vaso. Nel primo caso si possono evidenziare tortuosità vasali quali curvature anomale dell’arteria (coiling) o piegature a gomito (kinking). A livello strutturale si evidenzia la presenza o meno di un ispessimento della tonaca miointimale del vaso e l’esistenza di eventuali alterazioni della parete quali le placche aterosclerotiche e, molto più raramente, le dissecazioni o gli aneurismi. Le placche aterosclerotiche sono le alterazioni più frequenti del distretto arterioso sovraortico e si localizzano prevalentemente a livello della biforcazione carotidea e all’origine dell’arteria carotide interna con conseguente restringimento (stenosi) del diametro del vaso.

L’esame funzionale, tramite l’analisi spettrale del segnale doppler, permette di definire la direzione e la velocità del flusso sanguigno all’interno del vaso arterioso, determinandone il grado di pervietà. Tale tecnica consente quindi di evidenziare e quantificare eventuali alterazioni emodinamiche del circolo arterioso determinate da restringimenti del calibro o anomalie di decorso dei vasi.

Ecodoppler TSA: cosa valuta

L’ecodoppler TSA effettua una valutazione anatomica della lesione, specificandone la struttura (composizione ed omogeneicità individuando eventuale presenza di emorragie intraplacca), la superficie (liscia, irregolare o ulcerata), l’estensione e il grado di stenosi (calcolo della percentuale della riduzione del diametro del vaso). Lo studio emodinamico, inoltre, determina la presenza o meno di una conseguente alterazione o assenza di flusso sanguigno a livello della placca. I dati morfologici e funzionali così ottenuti permettono di effettuare una corretta stima dell’entità della stenosi e di definire un adeguato approccio terapeutico medico o chirurgico.

Ecodoppler TSA: per chi è indicato

L’ecodoppler TSA è indicato nella diagnosi dell’ischemia cerebrale, nella valutazione e monitoraggio delle stenosi carotidee sia sintomatiche che in assenza di sintomi e nella prevenzione nei soggetti a rischio.
È considerato quindi un accertamento integrativo nei pazienti candidati ad interventi di chirurgia vascolare o con soffio laterocervicale, arteriopatia periferica, aneurisma aortico, malattia coronarica o patologia vascolare retinica. Inoltre, è consigliato come controllo nei soggetti di età superiore a 65 anni con fattori di rischio multipli per malattie vascolari quali ipertensione, diabete mellito, dislipidemia, fumo e fibrillazione atriale

Dott. Rita Forno

Neurologa

Laurea in Medicina e Chirurgia conseguita all’Università di Torino nel 1993
Specializzazione in Neurofisiopatologia conseguita all’Università di Genova, Facoltà di Medicina e Chirurgia nel 2001…

Prenota una visita

Telefono
+39 3911740712

Lo Studio
Via Palmieri 50, Torino

* dati obbligatori

Contattaci

Ti risponderemo il prima possibile! Lo Staff di Clinica Motus